RISULTATI 2009

Accademia Varese – Solbiatese: 2 – 6

Brutta sconfitta nella seconda di campionato per i ragazzi di Mister Silva. Davvero una giornata storta che non ammette scusanti, con errori marchiani commessi che non possono appartenere a calciatori con indiscusse doti tecniche. La Solbiatese da parte sua ha giocato una partita evidenziando le capacità di lettura del match dell’allenatore che, avendo immediatamente capito di non poter giocare un calcio orchestrato vista la diga a centrocampo dei biancorossi che hanno sistematicamente annullato i centrocampisti ospiti, ha sfruttato la velocità delle punte che hanno infilato la difesa di casa con praticamente 5 gol segnati con palla lanciata dalle retrovie a superare il centrocampo e consentire agli attaccanti di presentarsi da soli davanti al portiere. Da quanto visto Mister Silva avrà tanto da lavorare per trovare anche la giusta alchimia ed eventualmente un nuovo modulo che consenta di sfruttare al meglio le capacità dei suoi calciatori. La cronaca: stante la perdurante assenza di Gambardella e in questo match anche di Gomez che ha scontato la sua giornata di squalifica, l’Accademia si è schierata con Capuano, Pucci, Cassani, La Paglia e Corso, Chirieleison, Zotti, Fonzo, Re Ferrè, Palmieri e Bruno. Forzata la scelta di spostare Fonzo a centrocampo che si è rivelata però azzeccata, ottima la sua fase di interdizione riuscendo a recuperare numerosissimi palloni a metà campo, impedendo spesso la ripartenza ospite, coadiuvando Zotti che svolge sempre egregiamente il suo compito. Partita che dopo 15 minuti circa vede il vantaggio ospite, Capuano batte il fallo da fondo passandola a Pucci che vistosi pressato restituisce la sfera al portiere nonostante l’estremo difensore fosse pressato anch’egli, ne nasce un rimpallo che consente ai neroazzurri di segnare nonostante l’arbitro non si accorga del fallo commesso dall’attaccante che colpisce con un calcio la testa di Capuano che rimane a terra ed è costretto ad abbandonare la gara, al suo posto Catella. Il gol subito manda in totale confusione la retroguardia di casa che non riesce a contenere le punte, ospiti che al 25 raddoppiano con azione sulla destra. Chiuso il primo tempo sul risultato di 2 a 0, la ripresa si apre con altri svarioni dell’intera retroguardia che in velocità si fa superare per altre due volte all’8 e 12 della ripresa. Mister Silva cerca di correre ai ripari inserendo Calandrino per Chirieleison, Corazzesi per Re Ferrè e Marotta per Palmieri. Piccola scossa che consente al lesto Corazzesi di infilarsi in area ed essere atterrato per il rigore trasformato da Bruno al 20 del secondo tempo. Sulle ali dell’entusiasmo, al 24 Fonzo, spostato a destra dell’attacco, riceve palla da Marotta avanza e prima di entrare in area con una finta si libera del difensore ospite e dal limite, scaglia un tiro di sinistro che si infila in rete nonostante il pipelet ospite cerchi con un tuffo di pararlo. Ma un’ ennesima distrazione difensiva consente all’esterno sinistro solbiatese di approfittare di un lancio lunghissimo e in velocità supera Marotta e scaglia un tiro che si insacca alle spalle di Catella. Al 34 il secondo errore del direttore di gara che tutto sommato arbitra bene, consente agli ospiti di battere un calcio di punizione dal limite per fallo di mano inesistente, che centralmente supera Catella per il 6 a 2 finale. Ammoniti La Paglia, Cassani e Fonzo.

VALCERESIO – ACCADEMIA VARESE: 3-2

Partita giocata in quel di Arcisate sotto una pioggia non fitta ma continua, che ha condizionato in parte l’incontro. L’Accademia si è schierata col 442, solita formazione con Capuano tra i pali, Pucci e Cassani centrali, a destra La Paglia e a sinistra Corso, centrocampo con Zotti e Chirieleison, Fonzo esterno destro e Re Ferrè a sinistra, in attacco Gomez e Bruno. Il match ha visto i padroni di casa giocare con tanta energia, mostrando da subito i muscoli con giocate maschie, ne è nato un incontro molto equilibrato che è stato indirizzato totalmente dal direttore di gara. La cronaca: al 15 minuto circa l’arbitro fischia un rigore per i biancoverdi tra lo stupore di tutti i presenti che è trasformato per il vantaggio. Al 25 Fonzo prende palla e si accentra, giunge poco prima del limite dell’area e viene atterrato. La punizione calciata magistralmente da Gomez, si insacca alla sinistra del portiere che nulla può. Al 30 circa un errore difensivo dei bianco rossi spalanca la porta all’attaccante di casa che a destra entra in area e calcia incrociando, Capuano compie un miracolo ma sulla ribattuta il giocatore di casa ne approfitta per il 2 a 1, risultato col quale si è concluso il primo tempo. La ripresa inzia col cambio Palmieri per Chirieleison. Al 10 minuto Fonzo recupera palla a centrocampo e serve Gomez che supera due uomini entra in area e batte il pipelet di casa. La partita scorre tranquilla quando l’arbitro decide nuovamente di accenderla, al 25 del secondo tempo un maldestro cross dell’esterno destro biancoverde attraversa tutta l’area e mentre Capuano protegge il pallone scortandolo in fallo di fondo, un giocatore di casa lo travolge, il direttore di gara tra le risate di tutti fischia il rigore che l’attaccante trasforma. L’ilarità tra i presenti non accenna a spegnersi, infatti al 34 del secondo tempo, Corazzesi si tuffa in area e l’arbitro ancora una volta incredibilmente fischia rigore. Sul dischetto si presenta Gomez che trasforma ma inspiegabilmente il direttore di gara fa ribattere inventando l’invasione in area di un non specificato calciatore dell’Accademia Varese, sulla ripetizione, nonostante il portiere si sia ampiamente mosso prima della battuta, riesce a pararla, a nulla valgono le recriminazioni dei giocatori ospiti anzi a farne le spese è lo stesso Gomez a cui il vero protagonista dell’incontro mostra il cartellino rosso. Tra le proteste generali dopo 5 minuti di recupero termina l’incontro. L’eccessivo agonismo e la scarsa vena dell’arbitro hanno condizionato l’incontro che ha evidenziato un maggior tasso tecnico degli ospiti spentosi sul muro dei padroni di casa che hanno fatto propria l’intera posta mettendo in campo una maggiore voglia e un ardore non comune. Brutta battuta d’arresto per gli uomini di Mister Silva che sono mancati sotto l’aspetto fisico e soprattutto non hanno avuto la giusta cattiveria fallendo clamorosamente almeno 4 nitidissime palle gol che se messe a segno, avrebbero sicuramente permesso di superare i coriacei arcisatesi che hanno svolto diligentemente il compito assegnato dal loro mister. Le sostituzioni: 36 minuto Palmieri per Chirieleison, 60 minuto Corazzesi per Fonzo, 50 minuto Silva Batista Fernandez per Re Ferrè

ARSAGHESE – ACC. VARESE 0-6

8′ Gambardella – 18′ Bruno (R) – 26′ Gomez – 36′ Gambardella – 45′ Chirieleison – 55′ Chirieleison

Archiviata la prima uscita della compagine allenata da Mister Silva che opta per un 442 schierando Caruso tra i pali, Pucci e Cassani centrali di difesa, La Paglia destra e Corso a sinistra, a centrocampo Zotti e Gambardella, ali Palmieri a sinistra e Fonzo a destra, attacco affidato al duo Bruno Gomez.

Primi minuti di equilibrio con le squadre che si studiano, ma già all’ottavo minuto il risultato si sblocca con azione di Fonzo sulla destra che si libera di un avversario e concede a Gambardella l’opportunità di scoccare un tiro dal limite dell’area che si insacca alla destra del portiere di casa. Da quel momento la partita è stata a senso unico, con il centrocampo sugli scudi. Al 18 minuto sempre Fonzo sulla destra riesce a districarsi spizzando la palla per Bruno che senza pensarci prova il tiro colpito vistosamente di mano dal centrale difensivo dell’Arsaghese, l’arbitro non può esimersi dal fischiare il rigore che lo stesso Bruno trasforma. Al 26 minuto Palmieri serve Gomez che dopo aver saltato due avversari, batte il portiere sul primo palo. Dopo 35 minuti termina il primo tempo dominato dall’A.V..

Il leitmotiv della ripresa è sempre lo stesso, tanto che al 1 minuto Gambardella da circa 20 mt prova la conclusione che si spegne alle spalle del portiere. Inizia la girandola di cambi, Puggioni per La Paglia, Chirieleison al posto di Palmieri e Corazzesi al posto di Bruno. Cambi che non modificano l’andamento dell’incontro con Chierieleison protagonista di una doppietta. Il primo gol nasce da un illuminante lancio di Gomez che gli permette di entrare in area e superare il pipelet di casa sul primo palo, mentre il secondo gol a 15 minuti dalla conclusione, dimostrandosi lesto a spingere in porta, per il 6 a 0 finale, un tiro cross di Corazzesi. Partita a senso unico che ha fornito utili spunti a Mister Silva il quale nel post gara ha sottolineato la brillante prova dei suoi in attesa di trovare la quadra definitiva .

I commenti sono chiusi.